Ucraina - dichiarazione congiunta Francia/Germania/Polonia

Dichiarazione congiunta dei ministri francese, tedesco e polacco (28 febbraio 2014)

"Prendiamo atto della formazione di un governo di transizione in Ucraina sostenuto da una larga maggioranza dei voti al parlamento ucraino. Tale governo di transizione dovrà fronteggiare immense sfide al fine di migliorare il livello di vita dei cittatini dell’Ucraina che puo’ essere raggiunto soltanto grazie all’attuazione della transizione e delle riforme di modernizzazione, anche in materia di lotta alla corruzione nonché di rispetto dei valori democratici. Siamo pronti a sostenere l’Ucraina in questi sforzi.

Siamo convinti che la stabilità politica e le riforme in Ucraina necessitano un largo consenso sostenuto da tutte le parti coinvolte senza eccezione alcuna. In particolare, la presa in considerazione della diversità della società ucraina richiede di tendere una mano alle regioni dell’Est e del Sud tenendo conto dell’insieme dei loro interessi legittimi, e anche per quel che riguarda i diritti delle minorità, in particolare in merito alle questioni linguistiche. La situazione che conosce l’Ucraina puo’ essere trattata in modo durevole soltanto se tutte le forze politiche si uniscono e proseguono un obiettivo comune.

Siamo molto preoccupati dalla situazione instabile in Crimea. Deve essere fatto di tutto in modo da ridurre la tensione nella regione orientale e promuovere trattative pacifiche tra le parti coinvolte. Ribadiamo il nostro sostegno alla sovranità e all’integrità territoriale del paese. Lanciamo un appello a tutte le parti in Ucraina affinché esse si astengano da ogni azione che potrebbe rimetterla in discussione."

Versione francese e dossier sul sito del ministero degli affari esteri francese

Ultime modifiche: 28/02/2014

Su della pagina