Siria-La Francia preoccupata dalla situazione a Maaloula (3 dicembre 2013)

Dichiarazione del ministero degli Affari Esteri del 3 dicembre 2013 per quanto riguarda la situazione a Maaloula in Siria:

Siamo molto preoccupati dalle notizie che riferiscono un rapimento o una partenza forzata di dodici suore ortodosse siriane e libanesi del convento di Maaloula. Richiediamo, se si tratta di un fatto accertato, che vengano immediatamente liberate. Condanniamo ogni forma di violenza perpetrata nei confronti delle popolazioni civili nonché le detenzioni arbitrarie di civili chichessiano.

Inoltre chiediamo che i luoghi di culto e le istituzioni religiose siano rispettate. Ribadiamo in questa occasione la nostra solidarietà con le Chiese di Siria.

La città cristiana di Maaloula era già stata teatro di rilevanti combattimenti in settembre. L’Esercito siriano libero, sotto il controllo della Coalizione nazionale siriana, aveva respinto i jihadisti fuori dalla città, mentre stavano saccheggiando i monasteri e le chiese, e durante il bombardamento della città da parte del regime.

La Coalizione nazionale siriana ha, tramite la voce del suo presidente Ahmed Al-Jarba, reiterato più volte il proprio attaccamento a una Siria libera e democratica, rispettosa di ognuno dei suoi cittadini e di ognuna delle componenti religiose.

http://www.diplomatie.gouv.fr/fr/dossiers-pays/syrie/la-france-et-la-syrie/evenements-4439/article/syrie-situation-a-maaloula-03-12

Ultime modifiche: 04/12/2013

Su della pagina