Salone rosso [fr]

Détail du Mariage de Zéphyr et Flore
Détail du Mariage de Zéphyr et Flore
Giulio Romano, détail des Noces de Psyché
Armoirie Farnèse sculptée dans le plafond
Mariage de Zéphyr et Flore d'après Pierre Mignard
Vue du salon
Clicca per ingrandire

Questo salone, un tempo chiamato “salone dei filosofi”, conteneva fino al 1787 busti antichi di filosofi e poeti greci. Portata dai Borboni a Napoli, la collezione si trova oggi al Museo archeologico della città. Il camino in marmo e il soffitto a cassettoni risalgono al Cinquecento. Intorno al 1860 Antonio Cipolla diede un colore caffè-latte molto particolare per il legno dei soffitti. I Borboni, trasferitisi nel palazzo a metà dell’Ottocento, si erano infatti rivolti a quest’artista napoletano per il restauro dell’edificio. Cipolla è anche l’autore di decori dipinti e plinti in finto marmo che si trovano nella maggior parte dei saloni.

JPEG - 280.5 Kb
Vue du salon

Nota bene : vicino al camino, Il ratto d’Europa di Jean-Baptiste Pierre e Venere e Vulcano di François Boucher. Sulle pareti adiacenti, Le nozze di Psiche di Giulio Romano e Il matrimonio di Zefiro e Flora di Pierre Mignard.

Ultime modifiche: 17/10/2012

Su della pagina