Il riconoscimento dei titoli di studio italiani in Francia

In Francia non esiste un principio giuridico di equivalenza fra i titoli/diplomi conseguiti all’estero e i titoli/diplomi francesi rilasciati dal ministero dell’Educazione nazionale, dell’insegnamento superiore e della Ricerca.

Per quanto riguarda i diplomi che concludono il ciclo di studi secondari, l’Accordo culturale italo-francese del 4 novembre 1949 precisa che i diplomi di Baccalauréat e di Maturità (detta Esame di Stato dal 1998) sono equivalenti ai fini dell’iscrizione all’università in entrambi i paesi. Il diploma originale dell’Esame di Stato è redatto in quattro lingue, tra cui il francese, quindi non necessita di traduzione.

Se uno studente straniero desidera proseguire gli studi presso un istituto universitario francese, può, dietro presentazione del o dei diplomi stranieri, chiedere una dispensa di studi presso l’istituto nel quale desidera conseguire un diploma francese. Il Preside dell’università o il direttore dell’istituto in questione determinerà il suo livello di ammissione su proposta di una commissione pedagogica (Decreto n° 85-906 del 23 agosto 1985). Questa dispensa è destinata a permettere allo studente straniero di conservare, interamente o parzialmente, il percorso universitario già effettuato.

Per far valutare un diploma universitario italiano, è sufficiente in generale presentare un certificato originale di Laurea dettagliato, comprendente tutti gli esami passati e i voti ottenuti , accompagnati da una traduzione redatta dallo studente o da un traduttore giurato accreditato presso un tribunale francese o italiano (se l’università lo esige).

NB: L’elenco dei traduttori giurati accreditati presso i tribunali è disponibile presso i Consolati d’Italia in Francia e i Consolati di Francia in Italia.

Il riconoscimento professionale dei diplomi stranieri, è di competenza dei datori di lavoro i quali devono accertare che i titoli presentati dall’aspirante lavoratore confermino le competenze appropriate all’impiego richiesto, salvo per quanto riguarda le professioni regolamentate dalle direttive dell’Unione Europea.

Per l’accesso alle professioni regolamentate, è opportuno rivolgersi al ministero francese competente oppure agli ordini professionali.

Per quanto riguarda l’accesso all’amministrazione pubblica tramite concorso, i membri dell’Unione europea devono presentare la pratica all’amministrazione scelta. In ogni Ministero e circoscrizione locale esiste una commissione di esperti che delibera la validità dei diplomi presentati.

I concorsi per l’assunzione di insegnanti di scuola primaria e secondaria sono aperti ai possessori di un diploma europeo di Master convalidante 5 anni di studi universitari, come la laurea magistrale o specialistica italiana; per la docenza universitaria, è necessario essere titolari di un dottorato (dottorato di ricerca, per gli italiani).

Per maggiori informazioni:

Riconoscimento dei diplomi stranieri in Francia

Ultime modifiche: 18/08/2016

Su della pagina