Il Presidente del Senato francese a Lampedusa [fr]

Il Presidente del Senato, Gérard Larcher si è recato il 13 e 14 marzo a Lampedusa, accompagnato dai senatori François-Noël Buffet (Vice-Presidente della commissione delle leggi) e Philippe Bonnecarrère, e dall’ambasciatrice di Francia in Italia Catherine Colonna.

In occasione di tale viaggio nell’isola, crocevia dell’Europa e dell’Africa e, da diversi anni ormai, al cuore di uno de più grandi flussi migratori dell’Africa verso l’Europa, il presidente del Senato ha incontrato il sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini, le autorità locali, il Prefetto e il Questore d’Agrigento, i rappresentanti delle forze di sicurezza e dell’agenzia europea Frontex, la squadra dell’Alto Commissariato per i Rifugiati dell’ONU, le ONG presenti sul posto. La delegazione senatoriale si è interessata in particolare alle procedure d’istallazione dello ‘’hotspot’’ destinato a facilitare l’accoglienza e la registrazione dei migranti, e a meglio identificare le persone che possono beneficiare di una protezione internationale.

Questa visita ha permesso al presidente Larcher di salutare la mobilitazione eccezionale degli abitanti di Lampedusa nell’accoglienza dei migranti, di sottolineare l’ampiezza del compito realizzato dalle autorità italiane e di lanciare un appello per un miglioramento della cooperazione europea, sia per proteggere i rifugiati che per rinforzare i controlli alle frontiere esterne dello Spazio Schengen e di assicurare una politica europea di ritorno credibile.

‘’Lampedusa è al contempo l’avanguardia dell’Europa alle porte dell’Africa e simbolo delle sfide maggiori dell’Unione Europea dinanzi alla crisi migratoria attuale. I suoi abitanti ci porgono tuttavia una luce di speranza in questo mare comune che è il Mediterraneo’’, spiega Gérard Larcher.

Gérard Larcher ha consegnato la medaglia del Senato al dottor Pietro Bartolo, che ha salvato molte vite umane durante i drammi migratori, e è uno dei protagonisti del film Fuocoammare del regista Gianfranco Rosi (che vinto l’Orso d’Oro all’ultima Berlinale).

Ultime modifiche: 31/03/2016

Su della pagina