Camerino d’Ercole [fr]

Persée et la Méduse
Ulysse et Circé
Ulysse et les Sirènes
Les frères de Catane
Hercule-Atlas portant le monde
Hercule entre le Vice et la Vertu
Allégorie de la prudence, détail du décor en grisaille
Le repos d'Hercule
Emblème du cardinal Odoardo
Clicca per ingrandire

Il gabinetto del Cardinale, il cosiddetto Camerino Farnese, è la prima opera a Roma di Annibale Carracci, commissionata dal giovane Cardinale Odoardo Farnese, prima della grande galleria del palazzo. Il soffitto a volta, decorato con affreschi tra il 1595 e il 1597, mette in scena le virtù del Cardinale in qualità di principe filosofo.

JPEG - 118.4 Kb
Hercule entre le Vice et la Vertu

Nel dipinto centrale, il Cardinale, con l’aspetto di Ercole, deve scegliere tra il vizio e la virtù. Il piacere, personificato da una bella donna, indica un sentiero accessibile e fiorito ma che porta alla miseria. La virtù con la sua spada indica, invece, un cammino laborioso che porta a Pegaso, simbolo della famiglia. L’originale di questa pittura ad olio si trova oggi al Museo Capodimonte di Napoli.

JPEG - 83.4 Kb
Allégorie de la prudence, détail du décor en grisaille

Da entrambi i lati del dipinto, dei medaglioni rappresentano l’insegna del Cardinale : tre gigli rosso porpora legati con un nastro dove si può leggere, in greco : « credo con l’aiuto di Dio ».

Il motivo in grigio che imita lo stucco è completato da satiri e virtù.

Al di sopra delle porte è rappresentato Ulisse che fugge dalle tentazioni della maga Circe e delle Sirene, grazie a Mercurio e Minerva. Questa decorazione fornisce così un esempio delle virtù che il principe ideale deve possedere e che il giovane Farnese considera sue.

Ultime modifiche: 15/10/2012

Su della pagina