Camera del Cardinale [fr]

Frise
Plafond sculpté par Sangallo
Armoirie Farnèse sculptée dans le plafond
De Volterra, Licorne exterminant les guerriers
Licorne exterminant les guerriers, détail
De Volterra, Dépeçage de Penthée par les Bacchantes
Dépeçage de Penthée par les Bacchantes, détail
De Volterra, Triomphe de Bacchus suivi de Silène sur âne
Triomphe de Bacchus, détail
De Volterra, Triomphe de Bacchus, détail
Clicca per ingrandire

Fu Paolo III a commissionare intorno al 1547 a Daniele della Volterra la decorazione di questa stanza, terminata tra il 1547 e il 1620. È stata la camera del Cardinale Ranuccio, poi di suo fratello il « grande Cardinale » Alessandro, che vi trascorse gli ultimi anni della sua vita. I drappeggi dipinti risalgono all’Ottocento e sostituiscono senza dubbio i drappeggi veri menzionati nell’inventario del 1653.

JPEG - 406.2 Kb
Armoirie Farnèse sculptée dans le plafond

Sotto gli alveoli del soffitto in legno scolpito di Sangallo, vi è un doppio fregio. Composto da quindici scomparti ottagonali, contiene al centro un blasone con le armi di Pier Luigi Farnese, figlio di Paolo III e padre dei due cardinali, Ranuccio e Alessandro.

JPEG - 225.8 Kb
Triomphe de Bacchus, détail

La parte dipinta comprende dodici pannelli, distribuiti sulle quattro pareti, raffiguranti il mito di Bacco. È un doppio ciclo che celebra la gloria dei Farnese e della Chiesa: il primo illustra il tema dell’Unicorno, emblema dei Farnese, e il secondo, trattando il trionfo di Bacco, si nutre delle stesse leggende, come l’immagine dell’asino dalla fronte trafitta da una freccia, simile a un corno.

Gli stucchi che fungono da cornice agli affreschi, probabilmente dell’epoca del Cardinale Odoardo, rappresentano un mondo movimentato di putti alati che sollevano i drappeggi dorati, circondati da edere e maschere grottesche.

Ultime modifiche: 15/10/2012

Su della pagina