Galleria fotografica

Palazzo Farnese in foto
  • Facciata principale

    La costruzione di Palazzo Farnese inizia qui nel 1513, una ventina d’anni dopo l’acquisto, nel 1495, da parte del cardinale Alessandro Farnese, futuro papa Paolo III, di un vecchio edificio e dei lotti adiacenti. La realizzazione della facciata principale fu affidata a Antonio da Sangallo il Giovane, primo architetto del palazzo...

    Leggere...

  • Vestibolo

    Il vestibolo d’ingresso, ideato anch’esso da Antonio da Sangallo, si ispira agli edifici antichi.

    Leggere...

  • Cortile

    Al pianoterra il cortile rispecchia molto fedelmente l’ispirazione antica di Sangallo.

    Leggere...

  • Giardino

    Per più di due secoli, nel giardino era stato collocato il famoso gruppo scultoreo antico che rappresenta il supplizio di Dirce, noto come il « Toro Farnese ».

    Leggere...

  • Facciata posteriore

    Ultima parte costruita del palazzo, questa facciata, di fronte al Tevere, è stata concepita dal Vignola tra il 1569 e il 1573, e terminata da Giacomo della Porta, ultimo architetto del palazzo.

    Leggere...

  • Scala d’onore

    La scala d’onore conduce al primo piano, il cosiddetto piano nobile. La sua concezione dimostra un grande senso di modernità.

    Leggere...

  • Salone d’Ercole

    Inizialmente “sala delle guardie”, questo ambiente dalle dimensioni monumentali (18 metri di altezza), in seguito alle modifiche di Michelangelo, si estende su due piani.

    Leggere...

  • Sala dei Fasti

    Oggi ufficio dell’ambasciatore, questo salotto di 150 mq era la sala di rappresentanza della famiglia, la stanza centrale del piano nobile che si affaccia sulla piazza Farnese tramite la loggia di Michelangelo.

    Leggere...

  • Camera del Cardinale

    Fu Paolo III a commissionare intorno al 1547 a Daniele della Volterra la decorazione di questa stanza, terminata tra il 1547 e il 1620.

    Leggere...

  • Gallerie

    Le gallerie dai pavimenti di mattonelle verniciate, per la maggior parte originali, sono ornate da una decorazione più contemporanea con un intonaco realizzato negli anni ’70 secondo lo stile del pittore Balthus, allora direttore della Villa Medici a Roma.

    Leggere...

Su della pagina